Sei qui: DocumentiChiesa cattolicaLa vocazione di Michele parla anche a noi: l'audio dell'incontro di padre Garofalo con gli adulti della nostra parrocchia

La vocazione di Michele parla anche a noi: l'audio dell'incontro di padre Garofalo con gli adulti della nostra parrocchia

La prima cosa per fare discepole le genti è chiedermi se io faccio vedere con la vita a chi appartengo.

Albese con Cassano, venerdì 5 maggio 2017

In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e de llo Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo». Dal Vangelo secondo Matteo (28,16-20).

L’evangelista Matteo conclude la sua opera con il celebre brano dell’invio in missione da parte di Gesù dei suoi discepoli. Questo brano di Vangelo è stato il punto di partenza della serata condotta da padre Garofalo che ha commentato il messaggio di papa Francesco per la 54ª giornata di preghiera mondiale per le vocazioni: qui sotto è possibile ascoltare e scaricare l'intero incontro.

 

Ascolta e scarica l'intervento di padre Garofalo

PRIMA PARTE: 11:43
Clicca qui per scaricare la prima parte

SECONDA PARTE: 09:18
Clicca qui per scaricare la seconda parte

TERZA PARTE: 07:29
Clicca qui per scaricare la terza parte

QUARTA PARTE: 05:36
Clicca qui per scaricare la quarta parte

QUINTA PARTE: 05:24
Clicca qui per scaricare la quinta parte

SESTA PARTE: 09:43
Clicca qui per scaricare la sesta parte

 

INCONTRO COMPLETO: 49:17
Clicca qui per scaricare l'intero incontro

 

 

Condividi questo articolo

Con amore che non conosce confini

La preghiera composta dai candidati all'ordinazione presbiteriale 2017 che loro stessi hanno composto.


Padre della vita, nel tuo disegno di salvezza ci hai creato e hai acceso in noi il desiderio di cercarti sempre, in ogni luogo e in ogni tempo.

Con amore che non conosce confini, nella sua Pasqua il tuo Figlio si è donato all’uomo umiliandosi fino alla condizione di servo e condividendo la sorte di chi si era perduto.

Manda lo Spirito su questi tuoi figli che hai scelto quali ser vi premurosi del tuo popolo, perché nel loro ministero risplendano sempre la gioia e la carità del Vangelo.

Maria, tesoro di misericordia, custodisca questi fratelli, perché siano riflesso della luce  del Crocifisso Risorto.

Amen.

Vai all'inizio della pagina

Questo sito utilizza i cookie per migliorarne l'esplorazione. Inoltre, contiene servizi forniti da terze parti come Facebook, Twitter, Linkedin, YouTube, Google e utilizza "Analytics", un servizio di analisi statistica fornito da Google. I cookie utilizzati da questi servizi non sono controllati da questo sito, invitiamo quindi gli utenti a verificare le informazioni relative a tali cookie direttamente dal sito di tali soggetti terzi. Cliccando su OK e/o proseguendo nella navigazione l’utente acconsente all’utilizzo di tali tecnologie per la raccolta e l’elaborazione di informazioni in conformità con i termini di uso dei cookies.

Privacy Policy